L’intervento

Si tratta di un edificio di antica costruzione adibito a civile abitazione costituito da un corpo principale a pianta rettangolare dagli ingombri esterni di circa 12.5×11.9 metri e da un garage a pianta approssimativamente rettangolare, dagli ingombri esterni medi 6.3x5m e realizzato in epoca successiva. Il corpo principale è costituito dal piano terra, adibito a cantine, dal primo piano e secondo piano adibiti a civile abitazione; il garage è impostato alla quota del primo piano in adiacenza al lato nord. La copertura realizzata in legno massiccio è di tipologia a quattro falde con rivestimento costituito da più lastre in ardesia sovrapposte. L’edificio raggiunge un’altezza massima di 10.6 metri e gli interpiani non hanno un’altezza regolare passando da 2.15 metri nei locali di cantina a 2.6 metri nei locali del primo piano.

Essendo situato lungo il pendio del monte Calisio, l’edificio è parzialmente interrato:

– il piano terra è interrato su due lati, nord e ovest  e parzialmente interrato lungo i rimanenti;

– il primo piano è interrato lungo il lato ovest e parzialmente interrato lungo il lato nord;

– il secondo piano è completamente fuori terra.

L’immobile allo stato attuale è abitato solamente nei locali posti a sud, porzione di casa che è stata recentemente ristrutturata e risanata; la  restante parte dell’immobile è disabitato e in cattivo stato di conservazione. Gli impalcati sono realizzati con orditura principale in legno e riempimento in malta paglia in cattivo stato di conservazione, ad eccezione dei locali posti lungo il prospetto sud che essendo stati recentemente ristrutturati sono stati sostituiti con solai in laterocemento. E’ presente anche un avvolto in pietra in una cantina posta al piano terra. Le strutture portanti sono realizzate in pietra naturale e raggiungono uno spessore considerevole nella sezione del  piano terra. Esse appoggiano presumibilmente direttamente sul terreno di fondazione che si presenta a prima vista di ottima qualità in quanto l’edificio non manifesta  lesioni legate a dissesti fondazionali. Le elevate caratteristiche meccaniche del terreno si osservano in una cantina del piano terra in cui un lato del locale è costituito proprio da roccia del versante del monte Calisio.